Tag: gatsby

SSG – Static Site Generators

Come dicevo nel post sul manuale GitHub di A. Pipinellis, dopo aver letto di Jekyll, ho voluto approfondire il tema degli Static Site Generator, ovvero di programmi/applicazioni che servono per generare siti statici (in contrapposizione a quelli dinamici, generalmente appoggiati a database SQL come Joomla, Drupal o Word Press).
Le differenze le potete intuire o trovare facendo una ricerca sul vostro motore di ricerca preferito.
Io ho utilizzato come base di partenza il sito staticgen.com per avere un elenco aggiornato degli SSG disponibili e valutare velocemente le loro caratteristiche. Ho installato una macchina virtuale su VirtualBox con la versione 20 di Ubuntu per fare qualche test senza sporcare la mia distribuzione di Linux Mint e ho provato a installare i seguenti SSG:

  • Jekyll: ho dovuto installare tutti i prerequisiti (ruby, gems, gcc e make) e poi ho potuto finalmente installare il pacchetto Jekyll (https://jekyllrb.com/docs/installation/ubuntu/)… poi ho eseguito il comando per creare un nuovo sito… errore… F**K
  • Hugo: installato con il comando “sudo apt-get install hugo”… sono riuscito fin da subito ad eseguire il comando per creare un nuovo sito. Bene, proverò a perderci un po’ di tempo.
  • Gatsby: come prima cosa è necessario evidenziare che non è completamente gratuito… sul sito è presente una sezione “Pricing”… e poi non ho neanche capito come installarlo… F**K

Poi ho avuto un’altra illuminazione… anzichè utilizzare un SSG perchè non provo ad utilizzare un CMS senza database (o Flat-File CMS). Adesso ho scaricato GRAV e nutro grandi aspettative… perchè?

  • perchè sembra un giusto compromesso tra i siti dinamici (Word Press, Drupal, ecc) e gli SSG (raccolte di pagine statiche)
  • ogni pagina/articolo è una cartella (e dentro c’è il testo, immagini e eventuali altri file)
  • ha una interfaccia opzionale di amministrazione
  • ha temi carini (non tanti ma molto vari tra di loro)
  • pochi plugin che, a volte, è un vantaggio rispetto al mare di plugin disponibili per WP.

So cosa vi state chiedendo: “Ma gli SSG sono la stessa cosa dei Flat-File CMS (o DB Free)?”
Adesso vi rispondo velocemente: no. Però se cercate meglio su internet potete trovare delle risposte con maggiori approfondimenti e dettagli a supporto di questa risposta.

Alla fine Grav è un CMS dinamico, che a differenza degli SSG non è una mera raccolta di pagine statiche, e a differenza degli altri CMS non ha bisogno di un database ed è più a misura di uomo…

Permalink link a questo articolo: http://www.andrea.rustichelli.name/ssg-static-site-generators/

A. Pipinellis – GitHub

Si lo so, il nome dello scrittore sembra uno scherzo… e invece non lo è…
Lettura veloce di circa 70 pagine che descrive in modo molto pratico l’utilizzo di GitHub per la creazione e la condivisione di progetti software all’interno della piattaforma che ormai spadroneggia su tutti i fronti.
Non si sa mai che prima o poi voglia pubblicare qualcosa da lasciare sviluppare a programmatori più seri di me… d’altronde “Quando hai perso interesse in un programma, l’’ultimo tuo dovere è passarlo a un successore competente.” (cit. La cattedrale e il bazaar di Eric Raymond)


I capitoli sono:

  1. Repository e uso dell’issue tracker
  2. Usare il wiki e gestire le versioni del codice
  3. Gestire organizzazioni e team
  4. Collaborazione con il flusso di lavoro di GitHub
  5. GitHub Pages e Web Analytics
  6. Le impostazioni degli utenti e dei repository

Tra le altre cose che ho portato a casa da questo manuale è la possibilità di usare strumenti dedicati alla creazione di siti web statici per i propri progetti personali o blog. Nel testo si cita Jekyll in quanto è stato sviluppato (almeno inizialmente) da uno dei fondatori di GitHub, anche se su internet è possibile trovare una moltitudine di programmi simili (come ad esempio Hugo e Gatsby). Mi incuriosiscono, vorrei approfondire l’argomento ma non so se avrò tempo e soprattutto se il gioco vale la candela (ovvero il tempo investito nello smacchinarci).

Permalink link a questo articolo: http://www.andrea.rustichelli.name/a-pipinellis-github/