Tag: amazon

Tastiera wireless Rii X8 Mini

Acquisto fatto sia per comodità (con la Fire TV Stick) sia perchè sono un feticista delle tastiere. L’ho comprata per collegarla alla Fire TV Stick, ma in realtà può essere utilizzata anche con computer, smart TV, Raspberry, ecc. in quanto ha un ricevitore USB per potere dialogare con il dispositivo a cui è collegato.

Il modello della tastiera è: RT-MWK08X RF.

Nella scatola sono presenti, oltre alla tastiera, un cavo di alimentazione USB (in quanto la tastiera ha una batteria interna simile a quella dei vecchi cellulari), un cavo USB da collegare alla Fire TV Stick per poter collegare il ricevitore USB e poter garantire anche l’alimentazione tramite lo stesso cavo e un piccolo manuale.

Nel retro della tastiera è presente uno sportellino che nasconde la batteria al litio (rimovibile) e il ricevitore USB da collegare al dispositivo che si vuole utilizzare con la tastiera.

La tastiera ha i tasti retroilluminati per un migliore utilizzo anche in condizioni di scarsa luminosità (classica situazione di quando si sta guardando un film seduti sul divano) ed è possibile scegliere vari colori oppure l’effetto arcobaleno.

Alcune note tecniche:

– Il tasto Fn (funzione) + la barra spaziatrice permette di regolare la sensibilità del touchpad;

– il tasto Fn e il tasto Win permette di variare il colore della retroilluminazione;

– il primo led è blu fisso quando la tastiera è collegata mentre lampeggia quando è in fase di comunicazione;

– il secondo led si accende quando è attivo il CAPS LOCK;

– il terzo led rosso si accende quando la tastiera è in carica;

– per abbinare nuovamente la tastiera è necessario seguire i seguenti passi:

  • accendere la tastiera tenendo premuto il tasto ESC;
  • rilasciare il tasto ESC; il led blu lampeggerà velocemente per indicare che la tastiera è alla ricerca di un nuovo ricevitore;
  • inserire il ricevitore USB nel dispositivo (ad esempio alla Smart TV);
  • il led blu diventa fisso ad indicare che l’abbinamento è andato a buon fine.

Permalink link a questo articolo: http://www.andrea.rustichelli.name/tastiera-wireless-rii-x8-mini/

Fire TV Stick di Amazon

Non avendo ancora acquistato una smart TV, per poter utilizzare le varie piattaforme di fruizione di contenuti digitali (come Netflix, Spotify, ecc) qualche anno fa ho acquistato una Fire TV Stick di Amazon. Direi che è una delle prime versioni… il telecomando non supporta i comandi vocali e non gestisce il 4K ma per il momento mi basta.

Sto utilizzando lo Stick da qualche tempo in modo intensivo (grazie al lockdown) ma devo dire che lo trovo un ottimo prodotto. Se fosse possibile aggiungerei la possibilità di accedere anche a contenuti locali o presenti in una rete locale.

So che è possibile configurare anche il servizio di Plex, ma sinceramente non è di mio gradimento, e quindi preferirei una soluzione alternativa.

Ecco qualche foto scattata durante l’unboxing…

Un acquisto da fare (soprattutto per la mia versione che non permette di impartire comandi vocali) è quello di una tastiera bluetooth o wireless per una migliore e più veloce scrittura (inserimento credenziali e inserimento di stringhe nel campi di ricerca).

Ecco un paio di manuali da tenere sempre a portata di mano:

Permalink link a questo articolo: http://www.andrea.rustichelli.name/fire-tv-stick-di-amazon/

Arcade stick (a.k.a. joystick) DIY con scatola di Barolo

Su Amazon ho comprato un kit con il joystick, i pulsanti e la basetta USB da collegare al pc (o al raspberry) e l’involucro di plastica per il joystick già preforato. Visto che è arrivato prima il kit rispetto all’involucro di plastica, ho deciso di provare comunque ad assemblare l'”arcade stick” utilizzando una scatola di legno di Barolo da tempo giacente in cantina (ovviamente le bottiglie erano già state bevute).

Il kit “arcade stick” comprende 8 pulsanti di circa 3 cm (4 colorati e 4 neri), 2 pulsanti neri più piccoli, il joystick (con 3 adattatori per “guidare” il movimento su 4, 8 direzioni o libero) la basetta con tutti gli attacchi, il cavo di collegamento usb e tutti i altri cavetti per collegare i tasti e il joystick alla basetta.

E’ bastato utilizzare un trapano avvitatore con le punte a tazza di due diverse dimensioni per praticare i fori necessari al montaggio dei pulsanti e del joystick. I pulsanti sono entrati abbastanza facilmente e la scatola di legno essendo abbastanza sottile ha permesso ai pulsanti di incastrarsi nell’apposito fermo senza nessun problema. Solamente per fissare il joystick è stato necessario praticare quattro piccoli fori con il trapano per permettere l’inserimento delle viti e dei dadi per fissare la struttura del joystick alla scatola di legno.

Per il fissaggio ho usato 4 viti, 8 rondelle (una sopra e una sotto la scatola di legno) e 8 bulloncini (perché su consiglio del Maffo ho utilizzato il primo bullone per fissare il joystick al legno ma senza stringere troppo, poi un secondo bulloncino in modo da fissare e bloccare il primo). In questo modo, pur senza fare troppa pressione sulla struttura di legno, il joystick dovrebbe essere sufficientemente saldo da resistere anche alle sessioni di gioco più intense.

Il risultato è quello che si vede in foto. I pulsanti non sono perfettamente allineati (su internet è possibile trovare delle maschere da utilizzare come riferimento per praticare i fori per i pulsanti e per il joystick). I pulsanti però sono stati disposti per soddisfare egregiamente l’ergonomia della mia mano e delle mie dita.

Una volta inseriti i pulsanti e dopo aver fissato il joystick, li ho collegati alla basetta tramite i cavi di sollegamento presenti nel kit. Ho installato i 4 pulsanti colorati alle porte K1, K2, K3 e K4, i due pulsanti neri grandi li ho collegati alle porte K11 e K12, mentre i due pulsanti più piccoli (uno per inserire i gettoni e uno per il player one) li ho collegati alle porte ST e SE. Comunque, a prescindere dalle porte utilizzate, una volta avviato EmulationStation è possibile configurare i tasti a proprio piacimento.

La qualità dei tasti non è eccelsa… dato il prezzo non mi aspettavo nulla di particolare. I tasti sono bombati (l’ideale sarebbero i pulsanti concavi come quelli delle vere sale giochi degli anni ’80 e ’90) e il tutto risulta molto rumoroso a causa dei microswitch. I pulsanti però hanno un ingombro veramente molto ridotto come si può notare anche dalle foto e il joystick sembra ben strutturato (confermato anche dal peso notevole).

Permalink link a questo articolo: http://www.andrea.rustichelli.name/arcade-stick-a-k-a-joystick-diy-con-scatola-di-barolo/