Dicembre 2016 archive

Tu chiedi troppo ‘scusa’

– Continui a cercare di capire chi sei?
– questo non sono io… … è soltanto un’esca del ca**o… questo sono io… che riprendo il controllo… da Sloan… dalla Confraternita… da Janis…dai rapporti sul fatturato… dalle tastiere ergonomiche… dalle fidanzate che mi cornificano e dai migliori amici di merda… questo sono io che riprendo il controllo della mia vita… e voi che ca**o avete fatto ultimamente?

 

wantedWanted – Scegli il tuo destino, Timur Bekmambetov (20008)

 

Permanent link to this article: http://www.andrea.rustichelli.name/tu-chiedi-troppo-scusa/

Collegare Recalbox su Raspberry ad un monitor DVI

Acquistato Raspberry PI terza generazione.

Come prima cosa ho provato ad installare Recalbox e EmulationMachine per poter fare un po’ di retrogaming con Mame e roba simile. Dopo aver collegato il Raspberry al televisore tramite il classico cavo HDMI non ho avuto nessun problema e dal televisore uscivano sia il video sia l’audio.

Ho provato a collegare il Raspberry ad un monitor con solo l’ingresso DVI tramite un cavo con adattatore, ma sul monitor, dopo la schermata iniziale, non compariva più nessuna immagine e il monitor andava in standby come se non ci fosse nessun segnale video. Ho riavviato il Raspberry e premuto il tasto Shift per accede al menù di NOOBS e sono andato nella sezione delle impostazioni.

A questo punto è sufficiente andare nella sezione per la modifica del file config.txt file, e commentare (con il simbolo ‘#’) la riga:

hdmi_drive=2

in modo da farla diventare:

#hdmi_drive=2

Salvando e riavviando il sistema è possibile controllare l’esito della modifica. Su alcune versioni di Recalbox (se non mi sbaglio dalla versione 4.0 in avanti) la partizione di boot (/boot) è in modalità sola lettura; per questo motivo è necessario, prima di modificare il file config.txt, è necessario montare la partizione /boot in modalità lettura/scrittura. Per farlo è necessario andare nella root e digitare il seguente comando:

mount -o remount, rw /boot

noobs01

noobs02

noobs03

Permanent link to this article: http://www.andrea.rustichelli.name/collegare-recalbox-su-raspberry-ad-un-monitor-dvi/

Come aggiornare Kodi da riga comandi

Ho installato Kodibuntu sul mio HTPC e la versione di Kodi è la numero 14, nome in codice Helix. Per aggiornare Kodi alla versione 16, nome in codiceJarvis, tramite riga di comando è necessario lanciare in sequenza i seguenti comandi:

sudo apt-get update

sudo apt-get upgrade

a questo punto ho provato ad eseguire Kodi ma mi è apparso un messaggio di errore che diceva che la versione del kernel nvidia era diversa dalla versione dei driver nvidia. Molto probabilmente sarebbe bastato riavviare, ma per sicurezza ho lanciato in sequenza i seguenti comandi:

sudo apt-get purge nvidia-current

sudo apt-get install nvidia-current

e poi ho riavviato.

Ho lanciato Kodi e questa volta è partito senza nessun problema, però mi sono accorto che era ancora la versione 14. Sono tornato nuovamente sul desktop di Lubuntu e questa volta ho lanciato il comando:

sudo apt-get upgrade kodi

così facendo sono riuscitoad aggiornarlo alla versione 16, nome in codice Jarvis e infatti anche lo splash screen conferma il corretto aggiornamento.

In alcuni casi è necessario procedere ad un aggiornamento più ampio che coinvolga anche le librerie ed altri file/programmi dipendenti con il comando

sudo apt-get dist-upgrade.

file_000 file_001

Per uscire da Lubuntu e fare in modo che ad ogni riavvio del pc parta in automatico Kodi è necessario selezionare la voce ‘Chiudi sessione in modo da tornare alla schermata di login. Nella barra in alto a destra selezionare la voce Kodi, inserire il nome utente e la password e fare il login in Kodi. Da questo momento Kodi verrà avviato in automatico senza passare per Lubuntu. Tutto riprostinato alla perfezione, adesso non resta che iniziare ad utilizzare il nostro nuovo media center.

Permanent link to this article: http://www.andrea.rustichelli.name/come-aggiornare-kodi-da-riga-comandi/